Centro Mizan: otto pazienti sono morti a causa delle restrizioni di viaggio israeliane

Gaza-PIC. Al-Mizan Center for Human Rights ha affermato che le restrizioni di viaggio imposte da Israele al movimento di pazienti palestinesi da e verso la Striscia di Gaza hanno causato la morte di otto persone.

Secondo il rapporto pubblicato da al-Mizan Center, tre di questi malati sono morti a causa delle restrizioni israeliane durante l’anno in corso.

Le forze di occupazione israeliane hanno anche arrestato un paziente e quattro compagni di viaggio nonostante avessero ottenuto i permessi di transito.

Il Centro ha denunciato con forza la persistenza di Israele nell’imporre restrizioni di viaggio e di movimento ai pazienti palestinesi nei Territori occupati e a Gaza e di eseguire arresti arbitrari contro di loro dopo aver concesso loro i permessi.

Il Centro ha sottolineato che negare ai pazienti l’accesso agli ospedali viola la legge umanitaria internazionale e ha invitato la comunità internazionale a intervenire per porre fine alle violazioni di Israele contro i diritti dei pazienti palestinesi e lavorare per consentire loro di avere accesso agli ospedali e alle cure mediche.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"