Drastica riduzione del numero di camion che entrano a Gaza

Gaza-PIC. Statistiche israeliane hanno rivelato che il numero di camion che trasportano merci verso la Striscia di Gaza è sceso a 350, mentre Gaza dovrebbe riceverne circa 800-1000 al giorno.

Il quotidiano Yedioth Ahronoth ha affermato che la settimana scorsa il numero di camion che sono entrati nella Striscia di Gaza quotidianamente attraverso il valico di Karem Abu Salem è stato il più basso dalla guerra del 2014.  Il motivo principale di questa riduzione, secondo il giornale, è il declino del potere d’acquisto a Gaza.

Un altro fattore è la fine di una lunga serie di progetti che sono stati predisposti nel quadro della campagna di ricostruzione di Gaza dopo la guerra del 2014. Questi progetti hanno fornito fonti di reddito temporaneo per alcuni cittadini, ma non esistono più.

Il Comitato nazionale per rompere l’assedio su Gaza ha affermato che circa l’80% della popolazione di Gaza dipende dall’assistenza umanitaria delle organizzazioni internazionali, aggiungendo che la situazione a Gaza rischia di peggiorare ulteriormente a causa del divieto di ingresso di convogli umanitari e della politica di aggressioni a cui è sottoposta l’UNRWA.

Le statistiche affermano che 6 famiglie su 10 a Gaza soffrono di un’insicurezza alimentare e che oltre 272 mila cittadini, tra cui 100 mila laureati, sono attualmente disoccupati a causa del blocco e della grande distruzione causata alle strutture industriali di Gaza dalle tre guerre israeliane.

tag: , , , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"