Forze israeliane reprimono manifestazione anti-colonie vicino a Nablus

Nablus – Palestine Chronicle e Wafa. Venerdì, le forze israeliane hanno brutalmente represso una manifestazione anti-colonie nel villaggio di Beit Dajan, ad est di Nablus, ferendo diversi partecipanti.

Fonti locali hanno confermato che un vasto spiegamento di militari israeliani, scortando un bulldozer, ha fatto irruzione nel villaggio per disperdere i partecipanti alla manifestazione, indetta per difendere la terra di proprietà palestinese minacciata di confisca per fare spazio alla costruzione di colonie.

I soldati israeliani hanno sparato lacrimogeni e granate stordenti contro i partecipanti, facendo sì che molti soffrissero gli effetti dell’inalazione dei gas, e hanno picchiato diversi altri, tra cui Khairi Hannoun.

Ad agosto, Hannoun, 61 anni,  era stato picchiato e gettato a terra dai soldati israeliani mentre partecipava ad una protesta contro le colonie e la confisca di terre nel villaggio di Shufa, a sud di Tulkarm.

Nel frattempo, i soldati israeliani hanno limitato il movimento palestinese attraverso il checkpoint di Beit Furik, impedendo a più persone di raggiungere Beit Dajan e prendere parte alla manifestazione.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

tag: , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"