Il capitano della ‘8.000’, sebbene ferito, si rifiuta di essere curato in un ospedale israeliano

Istanbul – Infopal. Durante l'assalto israeliano nelle prime ore del mattino, il capitano della nave “8.000” è stato ferito gravemente.

Il capitano si rifiuta di ricevere qualsiasi trattamento all'interno di ospedali israeliani e pretende di essere curato nel suo paese, in Grecia.

Oltre a qualche parlamentare di Paesi europei, la nave vedeva a bordo principalmente giornalisti, reporter e freelance: Al-Jazerra (Qatar), Sky Radio Media, Web TV, TV-XS, Ethnos (Grecia), TV della Repubblica Ceca, Infopal (Italia), TV Bulgara e numerosi ancora tra giornalisti turchi, russi e di altre nazionalità.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"