Jenin: centinaia di lavoratori in sit-in al valico di Jalama contro aggressioni israeliane

Jenin – InfoPal. Ieri, centinaia di lavoratori palestinesi hanno organizzato un sit-in al valico di al-Jalama, che divide il nord della Cisgiordania con i Territori occupati nel ’48 (Israele), come protesta contro le manovre dei soldati dell’occupazione e le loro pratiche.

Testimoni oculari hanno affermato che “l’esercito israeliano di stanza al valico ha ostruito il transito dei lavoratori verso i luoghi di lavoro all’interno dei Territori occupati, rivolgendosi loro con insulti. Per questo motivo, centinaia di lavoratori hanno organizzato un sit-in davanti e hanno chiuso la strada di Jenin-al Nasira (Nazareth) per protestare contro tali continue aggressioni contro i loro diritti”.

Si ricorda che molti valichi israeliani dividono la Cisgiordania da Israele: molti cittadini palestinesi protestano contro le operazioni dei servizi di sicurezza, oltre a quelle che utilizza l’esercito ai check-point militari che dividono dall’interno le città e i paesi cisgiordani.

L’esercito di occupazione si serve di questi valichi e barriere per umiliare e provocare i palestinesi, e per arrestare i cosiddetti “ricercati” dai servizi di sicurezza.

Traduzione per InfoPal a cura di Leila Muftah

tag: , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"