La Giordania avverte: l’annessione israeliana della Cisgiordania “istituzionalizzerà l’apartheid”

MEMO. Il ministro degli Esteri giordano ha avvertito che l’annessione israeliana di gran parte della Cisgiordania occupata costituirà una violazione del diritto internazionale, minerà la pace regionale e istituzionalizzerà l’apartheid, secondo quanto riportato dalla Jordan News Agency.

Ayman Al-Safadi ha esortato l’inviato delle Nazioni Unite per il Medio Oriente Nickolay Mladenov ad agire per “prevenire l’annessione illegale dei Territori palestinesi” e ha sottolineato la necessità di “creare un nuovo orizzonte per la risoluzione del conflitto [israelo-palestinese] basato sulla soluzione a due Stati”.

Al-Safadi ha poi aggiunto che “la decisione israeliana distruggerà la soluzione a due Stati, alimenterà il conflitto e renderà inevitabile l’opzione a uno Stato. Di fronte a questo scenario il mondo non può rimanere in silenzio, in particolare con l’istituzionalizzazione dell’apartheid e del razzismo”.

Mladenov ha poi twittato di aver incontrato anche il ministro degli Esteri egiziano Sameh Shukri. Mladenov ha parlato a Shukri e Al-Safadi “della necessità di aiutare tutte le parti a impegnarsi nella risoluzione del conflitto [israelo-palestinese] sulla base di due Stati, evitando i danni di un’azione unilaterale”.

Al-Safadi aveva inoltre informato l’inviato delle mosse di Amman mirate a definire una posizione chiara, pratica e internazionale come parte degli sforzi per impedire l’attuazione del piano israeliano. Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha dichiarato che premerà per attuare l’annessione già a luglio.

Descrivendo la mossa come uno degli obiettivi principali del suo nuovo governo, lunedì Netanyahu ha comunicato ai legislatori del suo partito Likud che Israele non è disposto a perdere una “opportunità storica” di estendere la sua sovranità su parti della Cisgiordania.

L’annessione del territorio preso in guerra è illegale ai sensi del diritto internazionale. Di conseguenza, la prevista annessione israeliana di un ulteriore territorio palestinese ha scatenato una dura reazione da parte di blocchi importanti come l’Unione Europea, che minaccia di imporre sanzioni. Resta da vedere se tali minacce resteranno semplicemente parole, considerando i commerci e le relazioni di lunga data che legano l’UE allo Stato occupante.

Traduzione per InfoPal di Sara Zuccante

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"