Nuovo reattore israeliano nel Negev: chiesto il sostegno degli Stati Uniti

Nasera – Infopal. L’edizione online del giornale ebraico Yedioth Ahronoth ha riferito che Israele ha rivolto una richiesta formale agli Stati Uniti per farsi sostenere nella “creazione di una centrale nucleare nel Negev (sud d’Israele) per produrre energia elettrica”.

 

Secondo il giornale, il governo israeliano necessita dell’approvazione degli Stati Uniti prima di costruire un reattore nucleare civile – soggetto al controllo internazionale – , ma l'Ufficio del primo ministro israeliano Netanyahu “non ha ancora ricevuto alcuna risposta da Washington”.

 
Yedioth ha quindi aggiunto che il governo Netanyahu già da diversi mesi rinnova la propria richiesta, senza d’altra parte voler firmare un trattato per prevenire la diffusione delle armi nucleari. Come ha spiegato il quotidiano, il problema riguarda il sostegno di Washington al progetto di monitoraggio internazionale per i soli reattori nucleari civili: una questione che coinvolge anche l’India, la quale, come Israele, si è pronunciata a sfavore del trattato anti-atomico, ed ha anzi effettuato un test nucleare pubblico.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"