Palestinesi piantano ulivi in area di Hebron minacciata di espropriazione

Hebron-WAFA. La Commissione contro il muro e le colonie ha preso parte ad un evento in cui sono stati piantati ulivi in ​​terra minacciata di sequestro a beneficio dell’ampliamento della colonia di Bani Hefer, costruita su terreni appartenenti ai palestinesi nella cittadina di Bani Na’im, Hebron, Cisgiordania meridionale.

Walid Assaf, capo del Comitato di resistenza contro il muro e le colonie, che ha partecipato all’evento insieme ad altri funzionari, ha affermato che ciò fa parte della campagna di resistenza popolare contro le procedure israeliane di confisca delle terre palestinesi a beneficio della costruzione delle colonie, e ha l’obiettivo di rafforzare la presenza dei residenti palestinesi sulle loro terre nel quartiere di al-Hamra, vicino alla colonia in questione.

Assaf ha sottolineato che la Commissione farà tutti gli sforzi possibili per sostenere la risolutezza e soddisfare i bisogni dei residenti palestinesi nell’area Masafer Bani Na’im, situata nell’Area C della Cisgiordania, che costituisce il 60% della Cisgiordania occupata e rimane sotto il pieno dominio militare israeliano.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

tag: , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"