Un Palestinese ucciso e decine di altri feriti durante scontri con le forze di occupazione

PIC, Quds Press e WAFA. Durante proteste scoppiate venerdì in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza contro il riconoscimento da parte degli Stati Uniti di Gerusalemme come capitale di Israele, un giovane palestinese è stato ucciso e decine di altri sono stati feriti dai colpi sparati dai soldati israeliani.

Il ministero della Sanità palestinese ha reso noto che Mohammed al-Ja’bari, un giovane disabile di 24 anni, è morto dopo aver subito gravi ferite durante gli scontri con le forze di occupazione israeliane nella zona al-Zawiya di Hebron/al-Khalil.

Nella Gerusalemme occupata, 50.000 fedeli palestinesi hanno celebrato la preghiera del venerdì nella moschea al-Aqsa, tra severe misure di sicurezza israeliane.

Decine di cittadini palestinesi hanno eseguito la preghiera del venerdì in piazza al-Shuhada’a, a Nablus, come momento di protesta contro la mossa USA su Gerusalemme.

Quattro palestinesi sono stati feriti da proiettili letali e di metallo rivestiti gomma in scontri tra giovani palestinesi e forze israeliane a al-Lubban ash-Sharqiya, a sud di Nablus.

Diversi palestinesi hanno sofferto di problemi respiratori a causa della pioggia di lacrimogeni lanciata dai soldati di occupazione per proteggere un gruppo di coloni che stavano attaccando case palestinesi nel villaggio di Einabus, a sud di Nablus.

Violenti scontri sono scoppiati nella città di Burin, ma non sono stati segnalati feriti o arresti. Nel frattempo, un ragazzo palestinese è stato arrestato, nonostante fosse stato ferito durante gli scontri nella città di Madama, a sud di Nablus.

Fonti locali hanno riferito che scontri sono divampati tra giovani nativi e soldati di occupazione nel villaggio di al-Mazra’a al-Gharbiya e all’ingresso nord della città di al-Bireh. I soldati hanno sparato lacrimogeni, bombe sonore e proiettili di metallo rivestiti di gomma.

Decine di palestinesi di Ni’lin, ad ovest di Ramallah, si sono radunati vicino al Muro dell’apartheid in solidarietà con i prigionieri palestinesi Ahed al-Tamimi e Isra’a al-Ja’abis, e in segno di protesta contro la decisione USA su Gerusalemme

Le forze di occupazione hanno lanciato bombe sonore e lacrimogeni contro i manifestanti provocando decine di casi di soffocamento.

Altri feriti sono stati riportati durante l’aggressione israeliana della manifestazione settimanale contro le colonie sioniste nel villaggio di Kafr Qaddum, a Qalqiliya.

In diverse aree della Striscia di Gaza sono state organizzate manifestazioni e proteste contro il riconoscimento statunitense di Gerusalemme come capitale di Israele e contro il decennale blocco.

Il ministero della Salute di Gaza ha dichiarato che circa 10 palestinesi sono stati feriti dai proiettili sparati dalle forze israeliane lungo la recinzione del confine orientale di Gaza.

tag: , , , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"