Arrestata spia del Mossad in Algeria. Aveva un passaporto falso.

Un giornale algerino ha rivelato domenica che le autorità nazionali hanno arrestato un agente segreto che lavora per il Mossad, l'agenzia di intelligence di Israele, e in possesso di un passaporto spagnolo falso.

Secondo il quotidiano Al-Nahar, i servizi segreti algerini hanno arrestato una spia israeliana chiamata “Alberto”, di 35 anni. La spia si trovava nella città di Hassi Messaoud, vicino a un ufficio egiziano che fornisce il servizio per le compagnie petrolifere. L'uomo ha utilizzato un passaporto spagnolo clonato per entrare Algeria e ottenuto il visto attraverso una delle sue ambasciate in Europa.

Il giornale ha anche affermato che, dal momento che i servizi segreti algerini hanno avviato un'indagine sul caso, l'amministrazione americana è intervenuta inviando nel Paese un funzionario di alto rango.

Il giornale ha aggiunto che l'assistente capo della FBI, John Pistole, giovedì scorso si è recato in Algeria per convincere le autorità a rilasciare Alberto, aggiungendo che l'agente del Mossad parlava senza esitazioni arabo e frequentava quartieri popolari nella città di Hassi, pregava nella moschea di Bilal e si sedeva nei caffè arabi a parlare con i cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.