Cisgiordania occupata: la Sicurezza di Abbas arresta 19 palestinesi, tra cui un imam

Cisgiordania – Infopal. Gli apparati di Sicurezza di Abbas proseguono la loro campagna di arresti contro i membri di Hamas nella Cisgiordania occupata: diciannove arresti nei governatorati di Nablus, Qalqiliya e Betlemme.

Nablus

Una vasta campagna di arresti è stata sferrata contro la cittadina di al-Luban orientale, dove quindici sostenitori di Hamas sono stati arrestati: lo sheykh 'Abd en-Naser an-Nawbani, l'imam della moschea bruciata due settimane fa dai coloni; poi Ahmad 'Uways, Muhammad Ahmad 'Uways, Muhammad Rashid Laftawi, 'Abd el-Karim Rashid Laftawi, Muhammad Musa 'Uways, Rayiq Musa 'Uways, Abu Muhammad 'Uways, 'Umar Muhammad 'Uways, Amjad Mansour 'Uways, Ashraf 'Uways, Fara san-Nawbani e 'Umar 'Uways.

Vi è da notare che questi arresti avvengono a due settimane da un crimine dei coloni, i quali hanno bruciato la moschea della cittadina, il cui imam viene arrestato per la seconda volta, con gli altri arrestati che sono tutti tra i frequentatori della moschea.

Sono stati inoltre sequestrati dalla Sicurezza di Abbas l'ex prigioniero Ya'qoub Estitiya, dopo una perquisizione su suo posto di lavoro, e lo studente universitario ex prigioniero Mundhir Ahmad, di 'Usayra al-Qibliyya, dopo essere stato convocato per accertamenti presso un centro dell'ANP.

Ramallah

Qui gli apparati di Sicurezza dell'ANP tengono sotto sequestro da due settimane Muhnid Sa'id e Mu'tadil Daghra, del paesino di Kafr 'Ayn.

Qalqiliya

Gli apparati di Sicurezza dell'ANP qui hanno sequestrato l'ex prigioniero Lu'ayy Furayj Dawud (uno degli allontanati di Gaza), dopo che la sua casa nel quartiere di Hayy Dawud era stata accerchiata. Egli, già sottoposto in passato ad analogo provvedimento, è stato trattato molto duramente dai servizi segreti dell'ANP: è degno di nota ricordare che egli è stato un ufficiale della Sicurezza Nazionale nominato da Yaser Arafat, e che adesso soffre di varie malattie, tra cui difetti alla vista, diabete e pressione alta.

Il Governo illegale di Fayyad intanto prosegue a licenziare gli elementi sgraditi: è ora il turno di Ja'far Yusuf Ghanim, insegnante di Educazione islamica del paesino di Imatayn, che lavora presso la scuola di Habla.

Betlemme

Qui gli apparati di Sicurezza dell'ANP hanno sequestrato Usama Abu Jadu, del campo profughi di 'A'ida, dopo averlo convocato per un colloquio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.