Drone israeliano uccide 3 combattenti dell'Esercito dell'Islam. Feriti altri 3. Sorvolata la casa di Haniyah.

Gaza – Infopal

dal nostro corrispondente

Questa notte, un drone israeliano ha bombardato un’auto che trasportava numerosi resistenti affiliati all’Esercito dell’Islam, nel campo profughi di Shati’, a ovest della città di Gaza.

L’attacco aereo ha ucciso 3 combattenti e ne ha feriti altri 3.

Il dott. Mu’awiya Hassanin, direttore del servizio di Pronto Soccorso, ha confermato l’uccisione di Nidal al-Amudi, Maher al-Mabhuh, Hammuda al-Azraq. Le ferite riportate dagli altri sono medie.

Fonti palestinesi hanno riferito che l’aviazione dell’occupazione israeliana ha lanciato almeno due missili contro una macchina che percorreva una strada vicino alla casa del primo ministro Ismail Haniyah, vicino al campo profughi ash-Shati’.

Le fonti hanno spiegato che il bombardamento ha colpito Maher al-Mabhuh, capo dell’Esercito dell’Islam e i suoi collaboratori.
Subito dopo il bombardamento, i cittadini si sono radunati intorno all’auto completamente distrutta. Le ambulanze sono accorse sul posto per estrarre le vittime dalle lamiere.

Diversi media, in questi giorni, hanno riferito che le forze di occupazione vogliono concentrare le aggressioni contro la Striscia di Gaza a seguito della fine della visita del presidente Usa George W. Bush, e dell’ok da questi accordato all’escalation di aggressioni israeliane. Ieri è stato notato un intensificarsi del sorvolo dei droni nel cielo della Striscia di Gaza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.