Gli occupanti israeliani rilasciano su cauzione un leader di Fatah dopo 9 ore di fermo.

Gerusalemme – Infopal. Un tribunale israeliano, la notte scorsa, su cauzione di 20.000 shekel e dopo un fermo durato più di nove ore, ha rilasciato Hatem ‘Abd el-Qader, responsabile di Fatah per la “questione Gerusalemme”.

Il tribunale ha accusato ‘Abd el-Qader di violare l'ordine militare emesso dal comandante del cosiddetto “fronte interno” dell'esercito israeliano, che gli impedisce l’ingresso nella moschea al-Aqsa per sei mesi. La Corte ha ritenuto che “il mancato rispetto di questa decisione rappresenta una sfida allo Stato di Israele”.

La stessa Corte ha avvertito ‘Abd el-Qader delle conseguenze della sua violazione, ovvero un “lungo periodo di detenzione”, tuttavia il tribunale ha respinto la richiesta della polizia israeliana di rinnovare la pena ad ‘Abd el-Qader che riguarda il divieto d’ingresso nella città vecchia di Gerusalemme, e non solo nella moschea al-Aqsa.

Dal canto suo, ‘Abd el-Qader ha confermato il suo rifiuto di questa decisione, commentando che “si tratta di decisioni punitive che mirano a realizzare i progetti israeliani per la moschea al-Aqsa”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.