Hamas: "Non faremo più operazioni kamikaze".

Da Maan News.
Un leader di Hamas leader ha rivelato al quotidiano britannico "The Observer", che il suo movimento abbandonerà le operazioni di martirio.
Il quotidiano ha riportato, in accordo con le dichiarazioni del leader, Yehia Mousa, che Hamas si sta dirigendo verso una nuova fase che non richiede il martirio, che ha caratterizzato un periodo eccezionale che ora è finito.
Il leader del Movimento islamico ha aggiunto che Hamas è ricorso alla campagna di operazioni di martirio in risposta alle aggressioni israeliani, come l’uccisione di 29 palestinesi nella città di Hebron nel 1993.
Mousa ha inoltre dichiarato che gli Israeliani e i loro alleati hanno avuto successo nel catalogare tutti i palestinesi come terroristi a causa delle operazioni di martirio. Questo cambiamento nella politica di Hamas è un tentativo di essere accettati dalla comunità internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.