I palestinesi ricordano il 58° anniversario della Nakbah: la sconfitta araba e la creazione dello Stato di Israele.

Mentre i politici occidentali (quelli neo-nominati del centro-sinistra italiano compresi!) si congratulano con Israele per l’anniversario della "liberazione" – da chi?- gli arabi commemorano la "catastrofe".

da www. aljazeera.net del 15 Maggio 2006.

Il popolo palestinese ricorda oggi il 58° anniversario della Nakbah che, nel 1948, produsse la nascita dello stato di Israele nella terra palestinese cacciando via centinaia di migliaia di palestinesi e distruggendo i loro villaggi.

I palestinesi della diaspora conservano ancora le chiavi delle loro case dai quali sono stati mandati via.

In Cisgiordania e nella Striscia di Gaza occupate i palestinesi ricordano la loro Nakbah fermandosi un minuto per commemorare il lutto in ogni parte della patria. In ogni scuola, la prima lezione è stata dedicata a parlare di questo.

Sono state organizzate marce in tutte le città della Cisgiordania e della Striscia di Gaza. All’interno della linea verde, nella città di Ludd, è stato organizzato un festival politico-culturale dal titolo “Per mantenere vivo il Ricordo” e “Proteggendo la nostra identità e la nostra esistenza”.

E’ un’iniziativa indetta dal Raggruppamento Nazionale Democratico. Nel villaggio distrutto di Saffuria, a ovest di Nazereth, è stato organizzato un festival per ascoltare le testimonianza dei sopravvissuti.

Studi di storici palestinesi, israeliani e stranieri confermano che il numero dei villaggi palestinesi distrutti da Israele all’interno della linea verde è arrivato a 418 e potrebbe salite a 472.

Il censimento dei palestinesi: entro il 2010, nella Palestina storica, il numero dei palestinesi sarà uguale a quello degli ebrei – cioè, poco meno di sei milioni di persone per ciascuno.

Il numero dei palestinesi che non hanno abbandonato la patria nel 1948 è di circa 154 mila, e ad oggi sono arrivati a 1,3 milioni.

I palestinesi in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza, compresa Gerusalemme est, raggiungono i 3.88 milioni (metà del 2006) ed entro il 2010 a i 4 milioni. La popolazione israeliana arriva a circa 7 milioni.

I palestinesi in diaspora, alla fine del 2005, erano: 3 milioni in Giordania; 1.3 milioni nei diversi paesi arabi, il resto si distribuisce in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.