Il governo di Hamas ha chiesto un prestito di 100 milioni di dollari per uscire dalla crisi economica

Ieri, George Al-Abed, responsabile dell’agenzia del Tesoro, ha affermato che il governo palestinese ha chiesto all’agenzia un prestito urgente del valore di 100 milioni di dollari per superare la crisi economica crescente, e che stanno esaminando la richiesta.

Il presidente Abbas ha incontrato i vari rappresentanti europei e delle Nazioni Unite per informarli della crisi soffocante in cui è costretto a vivere il popolo, del crollo economico, e per invitarli a offrire una mano di aiuto.

Tra le personalità incontrate da Abu Mazen vi è Alvaro Dissuto, inviato di pace delle Nazioni Unite nel Medio Oriente, che ha annunciato il prossimo incontro del Quartetto.

Al-Abed ha aggiunto che il rifiuto delle banche di trattare con il governo ha reso le cose più difficili: i 100 milioni di dollari di aiuti raccolti nei paesi arabi non possono essere introdotti in Palestina a causa dell’embargo, e che se la situazione non cambia sarà la catastrofe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.