Il ministro degli Esteri greco convoca l’ambasciatore israeliano per protestare contro l’attacco alla Freedom Flotilla

Atene – Infopal. Il ministero degli Esteri greco ha convocato l'ambasciatore israeliano in Grecia a seguito dell'aggressione delle forze israeliane contro la Flotta della Libertà, che ha causato almeno sedici morti e decine di feriti tra gli attivisti internazionali.

La Campagna europea contro l'assedio a Gaza, con sede a Bruxelles, ha riferito di aver appreso dalle sue fonti che il ministero degli Esteri greco ha convocato l'ambasciatore israeliano per esprimere la protesta della Grecia contro l'aggressione alla Flotta della Libertà.

La Campagna, uno degli organizzatori della flotta della “libertà”, in un comunicato stampa ha dichiarato che “il governo greco ha formato un comitato di emergenza a seguito dell'aggressione israeliana contro le navi della Flotta della libertà, e anche perché tra gli attivisti ci sono anche parlamentari greci”.

Questa mossa avviene all'ombra della richiesta del ministero degli Esteri turco al governo israeliano di chiarire con urgenza e in modo dettagliato circa l'assalto delle forze dell'esercito israeliano alle navi della Freedom Flotilla che aveva a bordo attivisti internazionali da circa 40 Paesi.

Anche il ministro degli Esteri turco, Ahmed Davutoglu, nelle prime ore di questa mattina (31 maggio), ha convocato l'ambasciatore israeliano ad Ankara, Gaby Levy, sulla scia di una riunione di emergenza tra il presidente Abdullah Gul, il presidente del consiglio Recep Tayyip Erdogan e il ministro degli Esteri, per discutere l'attacco israeliano contro un convoglio di navi internazionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.