La morte arriva dal cielo: missili israeliani uccidono una ragazzina palestinese. Feriti altri dieci cittadini.

Gaza – Infopal

Questa mattina, a Beit Lahiya, a nord della Striscia Gaza, una ragazzina palestinese è stata uccisa e altri dieci cittadini sono stati feriti dai bombardamenti e dai cannoni dell’artiglieria israeliana.

Fonti mediche palestinesi hanno riferito che la ragazzina, Maryam Talaat Maruf di 14 anni, è stata uccisa da un missile che si è abbattuto sulla sua abitazione, nella zona ash-Shaimaa, nel nord di Beit Lahiya. Altri tre membri della sua famiglia sono rimasti feriti.

Testimoni oculari hanno parlato anche del sequestro di diversi cittadini palestinesi da parte delle forze di occupazione israeliane.

Durante la notte, aerei da combattimento israeliani hanno effettuato diversi attacchi e i carrarmati hanno bombardato numerosi obiettivi nella Striscia di Gaza: 10 cittadini sono rimasti feriti, tra cui due donne e due resistenti delle brigate al-Quds, ala militare del Jihad Islamico.

Le brigate al-Quds hanno riferito che un drone israeliano ha lanciato un missile contro un gruppo dei suoi resistenti mentre si stavano opponendo all’invasione delle forze di occupazione israeliane penetrate nella zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.