La nave ‘Ottomila’ contro l’assedio di Gaza.

Londra – Infopal. La Campagna Europea contro l'embargo a Gaza, che ha sede a Bruxelles, ha deciso di denominare  “Ottomila” una delle navi della Flotta della Libertà che si dirigeranno verso la Striscia di Gaza per portarvi, alla fine di maggio, aiuti umanitari e materiali da costruzione.

Rami 'Abduh, membro della Campagna, ha dichiarato che “questa decisione è in linea con quella dell'VIII Congresso dei palestinesi d'Europa, che ha stabilito che il 2010 sia 'l'anno dei prigionieri' che si trovano nelle carceri degli occupanti israeliani”.

“Ottomila” è un nome chiaramente riferito al numero dei prigionieri palestinesi che si trovano nelle carceri israeliane. Anche questo sarà un modo per sensibilizzare sul tema delle sofferenze dei prigionieri, alcuni dei quali hanno trascorso oltre venticinque anni in galera.

Tra questi 8.000 prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane ve ne sono circa 1.500 che sono in cattive condizioni di salute. 35 sono inoltre le donne prigioniere, mentre 350 i ragazzini, per non parlare di quelle centinaia di prigionieri in carcere da anni ancora in attesa di giudizio [“detenzione amministrativa”, ndr].

L'associazione “Wa'id”, che si occupa dei prigionieri, apprezza molto quest'ultima iniziativa della Campagna Europea contro l'embargo, poiché “essa porta alla ribalta a livello internazionale, in una maniera senza precedenti, la questione dei prigionieri, dato che la Flotta della Libertà sarà accompagnata nel suo viaggio verso Gaza da numerosi media di tutto il mondo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.