La polizia israeliana arresta sei palestinesi con l’accusa di aver sottratto armi a dei militari

Nazareth – Infopal. La Polizia israeliana, nei giorni scorsi, ha arrestato alcuni cittadini palestinesi che vivono nello Stato sionista [“palestinesi del '48”, nel testo, ndr] con l'accusa di aver sottratto armi a dei militari israeliani.

Secondo quanto riportato dalla radio israeliana il 24 marzo, la polizia israeliana ha arrestato alcuni abitanti di Sakhnin, Kafr Kana e 'Ablin, i quali avrebbero messo su un gruppo specializzato nel furto di armi a militari israeliani.

La radio stessa ha riferito che questo gruppo, all'inizio di questo mese, avrebbe sottratto la pistola d'ordinanza ad un militare israeliano nella cittadina di Carmel, ad al-Jalil, nel nord della Palestina occupata nel 1848; gli stessi elementi, ancora un mese prima, avrebbero effettuato analoga sottrazione di armi presso Kawah, sempre nel nord.

Sempre stando a quanto affermano le fonti militari, gli elementi del gruppo arrestati avrebbero effettuato dei pedinamenti di militari israeliani, soprattutto presso i check point delle automobili, sempre  allo scopo di rubare delle armi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.