Numerose operazioni delle brigate della resistenza palestinese in diverse aree della Striscia di Gaza.

Le Brigate dei Martiri di Al-Aqsa – L’Esercito di al-Buraq – hanno rivendicato la responsabilità del bombardamento con due missili, avvenuto all’alba di oggi, di una postazione di carrarmati israeliani a est di Gaza.

In un comunicato, le Brigate hanno reso noto che l’attacco è una rappresaglia per l’uccisione dei due attivisti delle Brigate al-Quds, ala militare del Jihad Islamico.

Le Brigate al-Aqsa – Consiglio dei gruppi del Martire Ayman Jawdat, ala militare di Fatah, hanno rivendicato la responsabilità del bombardamento del passaggio di Sufa, a sud della Striscia.

Le Brigate del Martire Abu Ali Mustafa, ala militare del Fronte Popolare (FPLP), hanno rivendicatodichiarato la responsabilità dello scontro armato contro una forza speciale israeliana che stava tentando di invadere Beit Hanoun, a nord della Striscia di Gaza.

In un comunicato stampa hanno dichiarato che, oggi, all’alba, uno dei loro gruppi ha avvistato una forza speciale israeliana vicino alla sede dell’Unione Agricola, a Beit Hanoun, a nord della provincia di Gaza, e l’hanno affrontata e bloccata.

 

Nello stesso contesto, le Brigate Ez-Iddin Al-Qassam, ala militare di Hamas, hanno annunciato di aver colpito un soldato israeliano all’ingresso di Nahel Oz, a est della città di Gaza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.