16 bambini palestinesi uccisi nei primi mesi del 2019

Imemc. L’esercito d’occupazione israeliana ha ucciso 16 bambini palestinesi nella Striscia di Gaza durante i primi mesi del 2019, secondo quanto riportato dal centro al-Mezan per i diritti umani.

In un rapporto, il centro rende noto che 1.233 minorenni palestinesi sono stati feriti durante la Grande Marcia per il Ritorno e altri 17 sono stati arrestati.

Il rapporto sottolinea come le forze di occupazione israeliana continuino la loro sistematica violazione dei diritti umani dei Palestinesi nella Striscia di Gaza, specialmente dei bambini.

Secondo il rapporto, i dati registrati segnalano un aumento del numero di bambini uccisi e feriti, così come di quelli detenuti.

Il centro ha condannato le restrizioni imposte sugli abitanti di Gaza come parte del blocco illegale e ancora in vigore, che viola il diritto internazionale e i diritti umani della popolazione di Gaza. Inoltre, ha sottolineato che i dati indicano che i bambini sono le prime vittime delle aggressioni israeliane, dirette o indirette.

Il rapporto ha anche rilevato che le continue violazioni israeliane del diritto internazionale e umanitario è “un riflesso naturale dell’incapacità della comunità internazionale a rispettare i propri doveri morali e legali nei confronti dei civili nei Territori palestinesi occupati, in particolare nella Striscia di Gaza”.

Il centro ha lanciato un appello alla comunità internazionale affinché fermi immediatamente tali violazioni.

Ha anche lanciato un appello per una amministrazione della giustizia nei Territori palestinesi e per la persecuzione legale di tutti coloro che hanno commesso o dato l’ordine di commettere tali violazioni.

Traduzione per InfoPal di Chiara Parisi

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"