Addestramento militare israeliano danneggia raccolti palestinesi a Jinba, Hebron

Operazione Colomba.  Il 14 maggio, su campi palestinesi vicino al villaggio di Jimba, Masafer Yatta, Firing Zone 918, si è svolta un’esercitazione militare dell’esercito israeliano.

Durante l’esercitazione, gli abitanti del villaggio hanno subito danni alle loro terre e limitazioni alla loro libertà di movimento. Infatti una parte dei campi coltivati è stata danneggiata e i pastori sono stati costretti a far pascolare i loro greggi in aree limitate. Questo rappresenta per i palestinesi una perdita nella loro economia di sussistenza familiare.

Secondo la legge internazionale, l’esercito israeliano ha violato i diritti delle popolazioni dei territori occupati:

– Art. 46 della Convenzione dell’Aia, dichiara che la proprietà privata deve essere rispettata e non può essere confiscata;
– Art. 53 della IV Convenzione di Ginevra, afferma che la distruzione della proprietà privata è vietata tranne in caso in cui è assolutamente necessaria per operazioni militari. Questa necessità fa chiaramente riferimento ad un contesto di guerra. Le esercitazioni militari non sono quindi giustificate e non costituiscono una necessità militare e per questa ragione la distruzione delle terre è illegale.

Link all’articolo e alle foto : http://goo.gl/oRdGnc

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"