Amnesty: Nessun accordo cambierà doveri legali di Israele como potenza occupante

Bruxelles – PIC. Amnesty International ha sottolineato che qualsiasi processo mirante a una pace giusta e duratura nei Territori palestinesi occupati deve includere la rimozione delle colonie israeliane.

L’ONG ha affermato che tutte le violazioni sistematiche dei diritti umani devono cessare, mentre giustizia e risarcimento devono essere garantiti alle vittime dei crimini secondo il diritto internazionale.

Nessun accordo diplomatico “può modificare i doveri legali di Israele come potenza occupante in conformità con il diritto internazionale umanitario […], né privare i palestinesi dei loro diritti e delle protezioni garantite dal diritto internazionale”, ha sottolineato l’ONG in una dichiarazione pubblicata su Twitter.

La nota di Amnesty International è arrivata pochi istanti dopo che il Bahrein ha annunciato che avrebbe seguito i passi degli Emirati Arabi Uniti nel normalizzare i legami con lo stato d’occupazione.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato l’accordo venerdì, a seguito di una telefonata a tre realizzata con il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, e l’emiro del Bahrein, Hamad al Khalifa. I tre leader hanno anche rilasciato una breve dichiarazione congiunta, confermando l’accordo.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

tag: , , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"