Corteo a Gaza: istituire Fronte nazionale unificato e tribunale popolare

Gaza – InfoPal. Un'altra manifestazione si è svolta ieri, 27 gennaio, a Gaza City per condannare l'operato dell'Autorità nazionale palestinese (Anp), secondo quanto rivelato in “The Palestine Papers“, documentazione relativa ai negoziati con Israele negli anni che hanno seguito la morte del presidente Yasser 'Arafat.

La folla di palestinesi ha chiesto l'istituzione di un tribunale popolare per difendere i diritti nazionali e, mentre si sfoggiavano immagini dello Shaykh Hamad bin Khalifa ath-Thani, emiro del Qatar e del figlio Mohammed, si sono lanciati attacchi verbali contro il presidente dell'Anp, Mahmoud 'Abbas e contro tutti gli uomini politici influenti, tra coloro le cui dirette responsabilità erano emerse dai documenti.

Si sono fatti i nomi di 'Abbas e del premier Salam Fayyad, di Mohammed Dahlan e Sa'eb 'Erekaat, di Yasser 'Abdo Rabbo e Ahmed Qurei'. Tutti hanno rappresentato la leadership nel team dei negoziatori palestinesi.

In gesto simbolico, Salah al-Bardawil, leader del Movimento di resistenza islamica ha posato la prima pietra di un Fronte nazionale unificato, che sia l'alternativa all'Organizzazione di liberazione della Palestina (Olp) e che rappresenti la lotta palestinese in nome del popolo.

Inoltre, come aveva chiesto la folla nel corteo, anche al-Bardawil ha auspicato la formazione di un tribunale popolare, perché gli ufficiali dell'Anp ne rispondano ai cittadini, mentre altre marce sono state annunciate il prossimo 4 febbraio, a partire dai campi profughi di Nusseirat e al-Burej, al centro del territorio palestinese assediato.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"