I rabbini israeliani a Olmert: anche se uccidi un milione di Palestinesi, non importa

 

18.1.2009

 

GAZA (Palestinian Information Center) – Un articolo pubblicato sabato 17 gennaio dal giornale saudita Al-Watan ha rivelato che i rabbini ebrei nell’entità sionista hanno proclamato un editto religioso che permette l’assassinio di donne e bambini palestinesi e assolve ogni Ebreo che commetta questi atti orribili.  
Secondo il giornale, i rabbini ritengono che i massacri israeliani nella Striscia di Gaza siano in linea con gli insegnamenti ebraici che considerano queste uccisioni come “punizioni di massa dei nemici”.
Il giornale aggiunge anche che uno dei rabbini ha espresso l’opinione che non vi sarebbe nessun problema nello sterminare il popolo palestinese, anche se un milione o più di loro venisse ucciso per mano delle truppe di occupazione.
Il giornale segnala che, citando versi dal Libro della Genesi, il rabbino ebreo Mordechai Elyaho – riferimento della corrente religiosa popolare nell’entità sionista – ha inviato al premier uscente Ehud Olmert una lettera settimanale contenente articoli che permettono agli Ebrei di mettere in pratica l’idea della punizione di massa contro i nemici, in accordo con l’etica della guerra nella Torah.
“Questa regola può essere applicata anche al caso di Gaza, in quanto tutti gli abitanti di Gaza sono responsabili, perché non fanno nulla per fermare il fuoco delle Brigate Al Qassam”, ha detto Elyaho nella sua lettera ad Olmert, sollecitandolo a continuare l’aggressione militare contro i Palestinesi perché “nuocere ai Palestinesi innocenti è una cosa legittima”.
E’ stato citato anche Yesrael Rozin, un altro rabbino fanatico, che ha detto che la legge della Torah autorizza l’uccisione di uomini, donne, anziani, neonati e animali (del nemico), aggiunge inoltre il giornale.
Per parte sua, il rabbino Shlomo Elyaho ha sottolineato che “Se noi uccidiamo 100 dei loro ma loro rifiutano di smetterla (di lanciare razzi), allora dovremmo ucciderne 1000; e se noi uccidiamo 1000 dei loro e loro non la smettono, allora dovremmo ucciderne 10.000 e dobbiamo continuare ad ucciderli anche se arrivano ad un milione, con tutto il tempo necessario per ucciderli. I Salmi dicono: Io devo continuare a cacciare i miei nemici ed a fermarli, ed io non smetterò fino a che non li avrò completamente finiti”, ha detto il rabbino secondo il giornale.

(Traduzione a cura del Forum Palestina)

A report issued by the Saudi Al-Watan news paper revealed Saturday that Jewish rabbis in the Zionist entity have issued a religious edict allowing the killing of Palestinian women and children and exonerating every Jew doing such horrible thing.

According to the paper, the rabbis opined that the Israeli massacres in Gaza Strip falls in line with Jewish teachings that consider such killing as “mass punishment to the enemies”.

The paper also added that one of the rabbis opined that there would be no problem at all in exterminating the Palestinian people even if one million or more of them were killed at the hands of the occupation troops.

Citing verses from the Book of Geneses, Jewish rabbi Mordachi Elyaho, who is the religious reference of the popular religious current in the Zionist entity sent outgoing Israeli premier Ehud Olmert a weekly leaflet containing articles allowing the Jews to carryout the idea of massive punishment against the enemies in accordance with the ethics of war in the Torah, the paper pointed out.

“This standard could also be applied to the case of Gaza as all Gaza inhabitants bear the responsibility because they didn’t do anything to stop the firing of Qassam Brigades” said Elyaho in his letter to Olmert, urging him to continue the military aggression on the Palestinians because “harming innocent Palestinians was a legitimate matter.”

Yesrael Rozin, another fanatic rabbi, was also quoted as saying that law of the Torah stipulates the killing of men, children, women, elderly, infants, and animals [of the enemy], the paper furthermore added.

For his part, Safad rabbi Sholomo Elyaho underlined, “If we kill 100 of them but they refuse to halt this [firing of rockets] them we should kill 1000; and if we kill 1000 of them but they didn’t stop, then we should kill 10000 of them, and we must continue killing them even if they reach one million and despite the time spent in killing them”.

“The Psalms says “I should continue chasing my enemies and arrest them, and I won’t cease till I finish them completely”, the rabbi said according to the report.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"