IOA obbligano palestinese ad auto-demolire parte della sua casa a Gerusalemme

Gerusalemme occupata – PIC. Venerdì, le autorità israeliane d’occupazione (IOA) hanno costretto una famiglia di Gerusalemme a demolire parte della sua casa nel quartiere di Ras al-Amud, con il pretesto della costruzione senza permesso.

Fonti locali hanno riferito che le IOA hanno costretto Hatem al-Salaymeh. cittadino di Gerusalemme, a radere al suolo una parte della sua casa nella quale viveva da 20 anni, insieme a sua moglie e tre figli.

Le IOA hanno minacciato Salaymeh di demolire l’intera casa se si fosse rifiutato di abbatterne una parte. Negli ultimi due anni, Salaymeh ha pagato una multa annuale di 70 mila shekel per questa parte.

“L’IOA ci costringe a demolire questa parte della nostra casa con le nostre stesse mani, altrimenti la demolirà interamente”, ha affermato al-Salaymah.

I cittadini palestinesi di Gerusalemme sono costretti ad auto-demolire le loro case per evitare di incorrere in esorbitanti spese di demolizione e multe imposte dalla municipalità israeliana.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

tag: , , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"