Israele libererà 20 donne prigioniere in cambio di un video su Shalit.

 

Gaza – Infopal. Le brigate Izzeddin al-Qassam, ala armata di Hamas, hanno reso noto che il Consiglio dei ministri di Israele ha accettato di liberare 20 prigioniere, venerdì prossimo, in cambio di un video sulla condizione di Gilad Shalit, il soldato israeliano catturato dalla resistenza palestinese nell'estate del 2006.

Il video, che verrà consegnato venerdì, dovrebbe costituire una prova che Shalit è ancora in vita.

Durante una conferenza stampa svoltasi oggi a Gaza, Abu 'Obeyda, portavoce delle brigate, ha spiegato che l'accordo è stato sostenuto dall'Egitto e dalla mediazione tedesca.

Abu 'Obeyda ha aggiunto che quattro delle prigioniere di cui è prevista la liberazione sono di Hamas, cinque del movimento Fatah, tre del movimento del Jihad islamico, e una del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, e sette altre sono indipendenti.

Per quanto riguarda la ripartizione geografica dei luoghi di residenza dei prigionieri, Abu 'Obeyda ha affermato che tre di loro sono di Hebron, otto di Nablus, quattro di Ramallah, tre di Betlemme,  una di Jenin, e una di Gaza.
Secondo la Reuters, i mediatori egiziani e tedeschi continuerano a lavorare a un accordo di scambio tra centinaia di prigionieri politici palestinesi e il soldato israeliano Shalit. In attesa,  Israele intende verificare se il militare è ancora vivo.

 

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"