Israele pianifica l’insediamento di un milione di coloni in Cisgiordania

Cisgiordania occupata-MEMO e Quds Press. Il ministro del Turismo israeliano Yariv Levin ha rivelato che l’obiettivo del prossimo governo israeliano è quello di insediare un ulteriore milione di coloni nella Cisgiordania occupata.

Il sito web di notizie israeliano 0404 ha rivelato che le dichiarazioni di Levin sono giunte durante un incontro con il presidente del “consiglio regionale di Samaria”, Yossi Dagan, nella Cisgiordania occupata.

“Ci siamo accordati per rafforzare le colonie, accelerare la costruzione e creare una situazione in cui la colonia non cresce, ma si sviluppa molto velocemente, non per soddisfare i bisogni dei residenti, ma per soddisfare l’accordo di sviluppo”, ha affermato Levin.

Ha aggiunto: “Il nostro obiettivo è quello di trasferire un altro milione di coloni in Giudea e Samaria [la Cisgiordania occupata] e questo deve essere raggiunto in un tempo molto breve”.

Nel frattempo, Dagan ha affermato: “Siamo molto preoccupati per il lento tasso di crescita nelle colonie.

“Al momento in cui esiste un governo nazionale, la nostra missione comune deve essere far crescere ed organizzare le giovani comunità coloniali, al fine di minare la creazione di uno stato arabo”.

Secondo una dichiarazione rilasciata dal ministro della Costruzione civile israeliano Uri Ariel nel maggio 2014, il numero dei coloni israeliani ebrei era di 750 mila. All’epoca, affermò che 400 mila vivevano nella Cisgiordania occupata e circa a 350 mila nella Gerusalemme Est occupata.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"