La famiglia di Dawabsheh ha bisogno di un anno in terapia intensiva

unnamed (1)Gerusalemme-PIC. Il direttore dell’ospedale Tel Hashomer, dove la famiglia di Ali Dawabsheh, il piccolo arso vivo in un attacco incendiario venerdì scorso, è sotto cura intensiva, ha dichiarato che i tre sopravvissuti – il fratellino, papà e mamma – hanno bisogno di un anno in terapia intensiva, quando e se, uscissero dalla fase critica in cui ora si trovano. Ha aggiunto che la madre, però, è ancora in pericolo di morte.

Il ministro palestinese della Sanità, Jawad Awwad, ha annunciato domenica che entrambi i genitori di Dawabsheh sono in condizioni molto critiche. Si è notato un miglioramento nel fratellino del bambino che soffre per le ustioni alle gambe.

Venerdì all’alba, il piccolo Dawabsheh è stato bruciato vivo nella sua casa da coloni ebrei fanatici. I suoi genitori e il fratello sono gravemente feriti.

Traduzione di Edy Meroli

 

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"