Le manifestazioni anti-israeliane continuano in tutto il mondo

Press tv. Manifestanti in tutto il mondo proseguono con le proteste di condanna nei confronti del tremendo attacco di Israele contro il convoglio di aiuti diretto a Gaza, che ha causato la morte di molti attivisti per la pace.

In Spagna, centinaia di manifestanti sono scesi in strada nella città basca di Bilbao per condannare questa aggressione mortale.
I dimostranti dei diversi sindacati baschi e collettivi sociali hanno accusato il governo spagnolo di collaborazionismo con Israele nell'uccisione dei palestinesi.

Durante la manifestazione, portavano uno striscione con la scritta: “Israele uccide, il governo spagnolo collabora”.

Una protesta simile si è tenuta a Khartoum, dove i dimostranti sudanesi hanno biasimato l'azione di pirateria in acque internazionali, elogiando invece la Turchia per la reazione decisa.

La manifestazione, organizzata dal Consiglio sudanese delle organizzazioni di volontariato (SCOVA), si è svolta giovedì davanti al quartier generale dell'organizzazione delle Nazioni Unite a Khartoum.

In Indonesia, migliaia di persone hanno manifestato ieri (3 giugno) a Giacarta per condannare l'assalto israeliano.

Fonti palestinesi confermano che 20 attivisti internazionali sono stati uccisi e 50 sono rimasti feriti nell'incidente, mentre altri tre sono ancora dispersi.

La marina israeliana ha attaccato la Freedom Flotilla, che stava trasportando 10.000 tonnellate di cibo e materiale medico destinati alla Striscia di Gaza, in acque internazionali a più di 150 km (90 miglia) al largo della costa di Gaza.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"