Padre Musallam: “Ciò che sta accadendo a Gerusalemme si diffonderà fino a Mecca”

MEMO. Padre Manuel Musallam, membro del Comitato cristiano-islamico a sostegno di Gerusalemme e dei Luoghi Santi, ha avvertito che ciò che è accaduto a Gerusalemme si diffonderà fino alla Mecca.

Parlando ad Al Jazeera, padre Musallam ha avvisato che quello che sta accadendo nella Città Santa di Gerusalemme porterà a una guerra religiosa, perché alla fine la Moschea Al-Aqsa potrebbe soccombere a tutti gli scavi che Israele svolge al di sotto di essa.

“Chiediamo al mondo di fermare l’espansione religiosa di Israele. Rifiutiamo la guerra religiosa, ma se ci viene imposta la guerra, noi cristiani saremo con i nostri fratelli musulmani per resistere a questo attacco fondamentalista cristiano-sionista contro Gerusalemme e la santa Moschea Al-Aqsa”.

Ha invitato i paesi musulmani a fornire ai palestinesi armi per resistere a questo attacco.

Ha anche descritto la decisione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele “una guerra contro la Palestina e il suo popolo e contro Gerusalemme direttamente”, aggiungendo che la decisione di Trump è un grave errore.

“C’è un collegamento mancante tra il popolo palestinese e la sua leadership”, ha aggiunto. “La leadership è in un mondo e la gente è in un altro”.

Ha invitato il popolo palestinese a ordinare alle fazioni palestinesi di unirsi e adottare una nuova strategia basata sul legittimo diritto di resistenza contro l’occupazione.

“Descrivere Gerusalemme come musulmana o cristiana non è corretto. Noi, come palestinesi, vogliamo che Gerusalemme sia araba perché è araba”, ha aggiunto.

tag: , , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"