3 francesi sono stati rapiti dalle Brigate Al-Aqsa e rilasciati poche ore dopo.

Tre francesi sono stati rapiti oggi pomeriggio dalle Brigate Al-Aqsa, ala militare di Fatah, ma sono stati rilasciati poche ore dopo.

Militanti delle Brigate Al-Aqsa hanno rapito tre francesi nella città di Nablus, perché sospettavano stessero collaborando con l’esercito israeliano.

In un primo tempo, infatti, le Brigate avevano comunicato di aver arrestato tre membri delle Forze Speciali israeliane vestiti con abiti palestinesi ma tali da sembrare giornalisti francesi. E avevano aggiunto che i soldati mascherati erano in missione per assassinare un leader di Al-Aqsa.

Le Brigate hanno spiegato che i tre avevano preso contatti con uno dei loro leader per un’intervista, che avrebbe dovuto svolgersi ieri, ma che questo aveva rimandato l’incontro a oggi sospettando un agguato. I tre erano stati poi raggiunti questo pomeriggio in un ristorante di Nablus e trovati con addosso armi e macchine fotografiche.

Il quotidiano ‘Le Monde’ ha spiegato che si è trattato del vice-console francese, Laurent Allegre, e due sue guardie del corpo, che le armi servivono per tutelare la sicurezza del diplomatico e che dunque non erano soldati israeliani sotto copertura.

I tre sono stati rilasciati dopo qualche ora. 

A seguito dell’annuncio della loro cattura, nel pomeriggio, nelle strade di Nablus ci sono state tensioni: uomini armati hanno sparato in aria, chiuso negozi e colpito auto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.