5 morti a Gaza e in Cisgiordania portano il bilancio delle vittime a 120 da mercoledì. 300 i feriti.

Domenica, 2 marzo 2008

Gaza – Infopal

Secondo http://www.almanar.com.lb/NewsSite/NewsDetails.aspx?id=36807&language=en i morti, da mercoledì, sono 120 e 300 i feriti, tenendo conto della vittime delle aggressioni israeliani contro la Cisgiordania.
Secondo Maan News, 93 e 200 i feriti, per la sola Striscia di Gaza.
 
Il bilancio delle vittime nella Striscia di Gaza continua a crescere anche oggi, domenica, con cinque persone uccise nella prima mattinata nel nord della Striscia.
 
Testimoni oculari hanno riferito che in precedenza velivoli israeliani avevano attaccato l’ufficio del Primo Ministro palestinese Ismail Haniyah nella città di Gaza.
 
Ciò porta il numero delle vittime dell’"Olocausto israeliano", a partire da sabato, a 72 morti e 200 feriti, alcuni seriamente. 93 persone sono morte dal momento in cui Israele ha iniziato le operazioni militari nella Striscia di Gaza, mercoledì.
I gazesi si affrettano a seppellire i morti, dato che gli obitori non hanno spazio sufficiente.
 
Il ministro della Sanità nel governo di Gaza ha fatto appello al governo egiziano per avere bare e cemento per le sepolture. Entrambe sono merci rare nell’impoverita reagione costiera, a causa dell’assedio israeliano.
Fonti mediche hanno riferito che i soldati israeliani stanno impedendo agli equipaggi delle ambulanze di evacuare i feriti.
 
Le operazioni israeliane sono cominciate mercoledì, dopo che un razzo lanciato da combattenti della resistenza palestinese ha ucciso uno studente nella città meridionale di Sderot.
 
Sabato è risultata essere la più sanguinosa giornata dell’operazione militare israeliana, chiamata "Operazione Inverno Caldo" dal governo israeliano.
67 persone hanno trovato la morte solo sabato quando carri armati israeliani, appoggiati da elicotteri, si sono spinti nella città e campo profughi di Jabaliya, nel nord della Striscia di Gaza, bombardando l’area per tutto il giorno. Anche due soldati israeliani sono stati abbattuti in scontri con i combattenti della resistenza palestinese.
 
Almeno 16 dei Palestinesi uccisi erano combattenti – 13 di Hamas, due del Jihad islamico e uno dei Comitati di Resistenza popolare.

Ban Ki-moon, il segretario generale delle Nazioni Unite, ha condannato Israele per uso "eccessivo" della forza nella Striscia di Gaza, e ha chiesto il blocco dell’offensiva. Le Nazioni Unite hanno anche invitato i gruppi della resistenza a fermare il lancio di missili.

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha anche espresso "profonda preoccupazione" sulla situazione nella Striscia di Gaza.
 
 
Tradotto per Infopal da Gianluca Bifolchi
…………………..
Sabato, 1° marzo 2008

Gaza – Infopal

Carneficina nella Striscia di Gaza: il numero dei palestinesi uccisi dalle forze di occupazione israeliane è salito a 50. I feriti sono 150.

Ore 19,30 ora locale. Il numero di palestinesi massacrati dalle forze israeliane è salito a 50. 150 i feriti.

…………

Ore 17,30 ora locale: 4 morti, tra cui un bambino, e 10 feriti a seguito del nuovo bombardamento israeliano abbatutosi in via as-Saka, nella cittadina di Jabaliya, nel nord della Striscia.

Gli aerei israeliani hanno bombardato una casa in strada an-Nafiq, a nord-est della città di Gaza. 

Il bilancio dei morti è salito a 42. I feriti sono un centinaio.

………………….

Ore 17,10 ora locale: l’aviazione israeliana uccide altri 3 cittadini palestinesi a Beit Lahiya.

Il numero delle vittime è salito a 38.

……………..

Il numero dei palestinesi uccisi dalle forze di occupazione israeliane è salito a 35.

Alle 15 ora locale, le forze di occupazione israeliane hanno ucciso un resistente delle brigate an-Naser Salah-Iddin e un altro non identificato.
Alle 14, è deceduta la cittadina Nihad Taher, 20 anni, a seguito delle ferite provocate dai bombardamenti israeliani.

…………..

Questa mattina, fonti mediche palestinesi hanno reso nota l’uccisione di Abderrahman  Mohammad Shihab, membro dell’ufficio stampa delle brigate al-Qassam, e figlio del deputato Mohammad Shihab.

Ed è stato ucciso anche un medico, Wahid Badawi, mentre si trovava nella sua casa, nella zona al-Kashef.

Tra i 27 cittadini palestinesi uccisi ci sono 6 bambini. I fer
iti sono 75.

Tra le vittime ci sono due sorelle, Salwa Zaidan Asilah, 17 anni, e sua sorellina Samah, 11 anni. Sono state uccise a seguito del bombardamento della loro casa, nella cittadina di Jabalia.

Il dott. Mu’awiya Hassanen, direttore del servizio di Pronto soccorso, ha spiegato che l’esercito di invasione sta usando armi non convenzionali – bombe a chiodi e a frammentazione – e ha aggiunto che la maggior parte delle ferite sono nelle parti superiori del corpo. A molti sono stati amputati gli arti. E ha sottolineato che il numero dei morti è in crescita, perché molti feriti sono in gravi condizioni.

Soldati uccisi.

Quattro soldati israeliani sono stati uccisi e altri quattro feriti durante l’invasione della Striscia di Gaza, che ha incontrato una violenta resistenza da parte delle brigate palestinesi. La notizia è stata diffusa dalla radio dell’esercito israeliano.
La radio ha riferito che i quattro soldati israeliani sono morti durante gli scontri con i resistenti palestinesi, a est del campo profughi di Jabalia, nel nord della Striscia di Gaza.

Ai combattimenti partecipano elicotteri, mezzi meccanici e la fanteria.

La foto in homepage ritrae degli Orchi.

www.nellamansarda.it/…/Pagina%20Orchi.htm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.