Anziana donna muore di infarto durante raid israeliano: i militari impediscono ai familiari di portarla in ospedale.

Un’anziana donna palestinese, Um Khalil Al-Tayebi, è morta questa mattina dopo un attacco di cuore durante l’incursione delle forze di occupazione israeliane contro il campo profughi di Askar, a est di Nablus. I militari hanno fatto incursione nell’abitazione e negli edifici vicini sparando alla cieca, e hanno impedito ai familiari della donna di portarla in ospedale. L’anziana è così morta di infarto.

Un vasto spiegamento di forze israeliane aveva assaltato la città all’alba e invaso il campo profughi, circondando molte case sparando con intensità contro qualsiasi cosa si muovesse.

I bulldozer, inoltre, hanno distrutto due case del campo profughi con la scusa che davano rifugio a attivisti della resistenza.

Testimoni locali hanno riferito che sono scoppiati violenti scontri tra gli abitanti del campo e il soldati israeliani: i primi hanno usato bottiglie vuote e pietre, i secondi hanno risposto con proiettili di gomma e munizioni. Numerosi cittadini sono rimasti feriti, compreso un adolescente.

Le forze di occupazione si sono ritirate dopo aver arrestato 4 palestinesi. Contemporaneamente hanno assaltato il campo profughi di Ein, a ovest di Nablus, attaccando alcune abitazioni e arrestando altri 2 palestinesi. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.