Ashton: nessun progresso nelle trattative

Al-Quds (Gerusalemme) – Ma'an. Al termine dei suoi incontri con il presidente palestinese Mahmud Abbas, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, il primo ministro palestinese Salam Fayyad e l'inviato Usa in Medio Oriente George Mitchell, il direttore generale dell'Ue per le Relazioni esterne Catherine Ashton ha affermato che non è stato fatto alcun progresso.

Pur avendo definito i colloqui “positivi” e “costruttivi”, Ashton ha dichiarato ieri ai reporter di aver chiesto che Israele estendesse il suo stop alla costruzione delle colonie.

“Mi dispiace molto che fin adesso abbiano scelto di non farlo – ha proseguito – Coloro tra noi che sono impegnati nel portare avanti il processo [di pace] sono molto preoccupati che la fine dello stop metta a rischio la possibilità di ottenere una pace a lungo termine”.

Ashton ha anche lodato il continuo lavoro del governo di Fayyad nel costruire lo Stato palestinese, aggiungendo però che i suoi progetti si realizzeranno solo a condizione che siano “nutriti nel contesto di trattative serie e ininterrotte, che portino a una soluzione su tutte le questioni di status finale”.

L'Ue, ha comunque assicurato Ashton, continuerà ad “offrire ogni sostegno possibile perché le negoziazioni continuino e si arrivi a una soluzione comprensiva e duratura, con uno Stato d'Israele e uno Stato palestinese che vivano fianco a fianco in pace e sicurezza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.