Bnei Anusim: diritto al ritorno per gli ebrei convertiti al cristianesimo nei secoli XIV e XV.

Un rappresentante dei "Bnei Anusim" portoghese, ma residente in Brasile, ha inoltrato la richiesta alla presidente ad interim israeliana e portavoce della Knesset, Dalia Itzik, e al presidente del Comitato legislativo della Knesset, Menachem Bin Shushan, perché emendino la legge sul "ritorno" israeliana in modo da includere i Bnei Anusim, ebrei convertiti al cristianesimo durante l’Inquisizione spagnola, nei secoli XIV e XV. I Bnei Anusim vogliono essere riconosciuti come cittadini israeliani.

L’Agenzia Ebraica non accetta i discendenti degli ebrei che si convertirono nei secoli passati.
Il presidente dell’associazione degli israelo-Anusim, Asher Ben Shlomo, ha dichiarato che oltre un milione di discendenti dei Bnei Anusim vivono in Brasile e che decine di migliaia di loro richiedono il "diritto al ritorno in Israele".

(Fonte: http://www.maannews.net/ar/)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.