Bombardamenti israeliani sulla Striscia di Gaza: 5 palestinesi uccisi.


Gaza – Infopal. Ieri sera, altri bombardamenti israeliani hanno scosso la Striscia di Gaza, in un crescendo di aggressioni che non pare finire.

Tre palestinesi sono stati uccisi da un attacco aereo contro Deir al – Balah, nella Striscia centrale.

Fonti mediche palestinesi hanno riferito che all'ospedale di al-Aqsa sono arrivati i corpi a pezzi di tre resistenti. Si tratta di Hasan al-Qatarawi, 22 anni, e Awad Nasir, 29 anni, di Deir Al-Balah, e di Hudayfa Hams, 23, del campo profughi di Nusseirat.

Un quarto è stato ricoverato con varie ferite. Tutti e quattro appartenevano alle brigate al-Aqsa, ala militare del Jihad islamico.

Sempre ieri, a est della città di Beit Hanun, nel nord della Striscia di Gaza, altri due palestinesi sono stati uccisi dall'artiglieria israeliana.

In un collegamento telefonico con i nostri corrispondenti a Gaza, il dottor Mu'awiya Hassaneyn, direttore del servizio di pronto soccorso del ministero della Sanità del governo di Gaza, ha dichiarato che i due sono stati uccisi dai colpi sparati da un tank delle forze di occupazione israeliane nei pressi dell'ex insediamento israeliano di Dugnit.

Testimoni oculari hanno affermato che le due vittime stavano raccogliendo ferro vecchio tra i cumuli di rifiuti. Scarti metallici da rivendere per ricavare qualche soldo da portare a casa.

Sono dunque 5 i palestinesi uccisi ieri dalle forze di Israele.

Sempre ieri, la marina militare israeliana ha bombardato i pescherecci palestinesi di fronte alla costa sud della Striscia di Gaza.

Altri articoli:

Striscia di Gaza, l'artiglieria israeliana bombarda i terreni agricoli: gravemente ferito un palestinese.

Striscia di Gaza, 3 palestinesi uccisi in una serie di raid israeliani. 10 i feriti.

Bombardamenti su tutta la Striscia.

Continuano le aggressioni israeliane alla Striscia di Gaza: bombardamenti e lancio di volantini di 'avvertimento'.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.