Caso Shana’a: i giornalisti di Gaza protestano contro la sentenza di non colpevolezza concessa agli assassini del fotoreporter della Reuters.

Gaza – Infopal. Giovedì 21 agosto, il Comitato degli "Amici del giornalista Shana’a" hanno organizzato una manifestazione, partita dal centro di Gaza e diretta verso la sede delle Nazioni Unite, per protestare contro la sentenza di "innocenza" emessa dal Tribunale israeliano nei confronti degli assassini del collega ucciso quattro mesi fa.

I giornalisti hanno chiesto alle Nazioni Unite di formare una commissione di inchiesta neutrale per rendere giustizia al giovane reporter.

Fadel Shana’a, fotoreporter dell’agenzia stampa Reuters, venne ucciso dai soldati israeliani il 26 aprile scorso, mentre stava riprendendo l’attacco dell’esercito contro la zona di Hajar ad-Dik, al centro della Striscia di Gaza. Fu colpito insieme ad altri 8 civili da una bomba lanciata da un carrarmato israeliano.

Il procuratore generale militare israeliano, la settimana scorsa, ha decretato l’innocenza dei militari che si trovavano sul carrarmato che ha ucciso Shana’a, sostenendo che essi non erano riusciti a distinguere se il giornalista avesse in mano un missile o una telecamera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.