Ci sono morti…e morti. L’informazione in Italia e la tragedia libanese, e quella palestinese….

A proposito di informazione in Italia: 

nei titoli di Repubblica online e della Stampa non si fa alcun accenno ai 25 civili libanesi uccisi dalle forze israeliane né ai 33 feriti; tantomeno alle 100 vittime palestinesi dal 6 luglio a oggi o ai 170 bambini feriti nella Striscia di Gaza.

Da www.repubblica.it

Razzi su Haifa: 8 morti. Bombe a Beirut
Nasrallah:"Israele, è solo l’inizio"
G8: "Stop a ogni azione militare"
Prodi chiede la mediazione all’Iran

Nel Corriere della Sera si accenna a delle "vittime" dei raid sul Libano.

Da www.corriere.it



Israele-Libano, lo scontro non si ferma
Gli Hezbollah hanno sferrato un attacco violentissimo, senza precedenti. Il bersaglio era il porto israeliano di Haifa, che le autorità hanno provveduto a chiudere. INTERESSANTE: qui la foto, però, ritrae un soldato israeliano vicino a un carico di missili.

Prodi a Siniora: ecco condizioni di Israele

L’Italia sta prestando i suoi buoni uffici per cercare di porre fine al conflitto tra Israele e il Libano, e si fa messaggero, tramite il Premier (nellafoto), delle richieste dello Stato ebraico.

Vediamo l’Unità…
Beirut sede Nasrallah Hezbollah distrutta AP

Libano, è sempre più guerra

Missili colpiscono Haifa: 9 morti
E Israele intensifica i raid aerei

Decine di vittime libanesi nei pesanti attacchi aerei sferrati dall’aviazione israeliana domenica e concentrati soprattutto sul sud del Libano. È la risposta agli oltre dieci razzi hezbollah che hanno provocato 9 morti ad Haifa, la terza città d’Israele. Ill leader di Hezbollah Nasrallah, riapparso in televisione, minaccia ancora: «Abbiamo molte armi. Questo è solo l’inizio»

G8 San Pietroburgo Ap

Prodi mediatore. Gli otto grandi: primo, stop alla violenza

Dopo una giornata di trattative i grandi del G8 hanno raggiunto l´accordo per una dichiarazione comune sulla crisi fra Israele e Libano. La priorità più urgente, si legge, è creare le condizioni per una cessazione delle violenze» Prodi chiama Beirut e l’Iran in cerca di una mediazione.
G8: via libera ai documenti anche senza intesa

In breve
Premesso l’indiscusso orrore per tutte le vittime civili, per tutte le morti, ci chiediamo tuttavia perché gli 8 morti di Haifa siano più degni di spazio e di titoli dei 25 libanesi o dei 100 palestinesi. Qualcuno sa darci una risposta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.