Cisgiordania nel mirino degli arresti di Anp e Israele

Cisgiordania – InfoPal. Questa mattina, gli apparati di sicurezza dell'Autorità nazionale palestinese (Anp) hanno arrestato otto cittadini palestinesi, presunti membri di Hamas, in Cisgiordania. 

Nablus, Ramallah, al-Khalil (Hebron) e Jenin sono state prese d'assalto dalla sicurezza. Tra gli arrestati vi è anche il giornalista palestinese Sami al-'Asi, già sequestrato dai servizi di sicurezza di Ramallah. Allora era accaduto a pochi giorni dal suo rilascio da una prigione israeliana dove aveva trascorso tre anni in detenzione amministrativa (senz'accusa e prorogabile ad oltranza, ndr). 

Anche le forze d'occupazione israeliane hanno condotto retate e perquisizioni ai danni di diverse comunità palestinesi (villaggi e campi profughi) nella provincia di Ramallah. 

Qui nove cittadini palestinesi sono stati arrestati e condotti presso i centri d'indagine per essere sottoposti ad interrogatorio da militari e Intellignce israeliani. Anche l'operazione di questa mattina rientra nella politica degli arresti di presunti “ricercati”. Ad ora, resta sconosciuta l'identità di tutti i cittadini palestinesi portati via dai militari israeliani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.