Domenica di sangue nella Striscia di Gaza: bombe israeliane uccidono 6 palestinesi.

Gaza – Infopal

Nella notte tra sabato e domenica un bombardamento israeliano contro diverse postazioni delle brigate al-Qassam, a est di Jabalia, nel nord della Striscia di Gaza, ha ucciso sei resistenti delle brigate al-Qassam, ala militare di Hamas, e ne ha feriti altri tre.

Quattro resistenti di al-Qassam sono stati uccisi e altri quattro feriti a seguito del bombardamento di un drone israeliano contro una postazione di resistenti a est del quartiere az-Zaitun, nella città di Gaza.

Fonti mediche hanno riferito che il cadavere di Najeeb Naser as-Sarhi è arrivato in ospedale a pezzi e carbonizzato.

Un altro combattente delle brigate al-Qassam, Mohammad Musa, 23 anni, è stato ucciso dal bombardamento di un drone israeliano contro un gruppo di resistenti vicino alla moschea Abu Hanifa, a est di Jabalia.

Qualche ora prima, le forze di occupazione avevano lanciato un missile terra-terra contro un gruppo di resistenti delle brigate al-Qassam, in una postazione avanzata dietro Jabal al-Kashef: quattro combattenti sono rimasti uccisi e altri due feriti.

Fonti mediche hanno dichiarato la morte del ragazzo Ahmad Abdelmajid an-Najjar a seguito delle ferite subite durante il massacro commesso la settimana scorsa dall’esercito israeliano contro la zona sud-est della città di Gaza. Nell’attacco erano stati uccisi nove cittadini palestinesi, tra cui sei bambini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.