Giornalista palestinese scomparso in Siria

Gaza – Ma'an. Il fratello del giornalista palestinese Muhib an-Nawati ne ha denunciato la scomparsa avvenuta in Siria e si è appellato alle autorità palestinesi e siriane perché aiutino i familiari a rimettersi in contato con lui.

Mudar, il fratello di Muhib, ha raccontato che il giornalista era tornato in Siria dalla Norvegia lo scorso 28 dicembre, e che stava svolgendo alcune ricerche per un suo libro dal titolo “Hamas from the Inside”.

Da Oslo, Muhib è stato in contatto con moglie e figli ogni giorno fino al 5 gennaio. Da allora, nessuna traccia del giornalista.

La moglie lo aspettava di ritorno a casa il 9 gennaio e, tra il 5 e il 9 gennaio, la cognata non riusciva ancora a mettersi in contatto con Muhib per telefono né telefonando all'Hotel dove Muhib aveva fatto sapere di dover soggiornare.

Il sindacato dei giornalisti palestinese (Pjs), di cui an-Nawati è membro, ha rilasciato una dichiarazione sulla sua scomparsa e ha chiesto al presidente dell'Autorità nazionale palestinese (Anp), Mahmoud 'Abbas, alla Federazione internazionale dei giornalisti e a quella della categoria araba, di indagare per scoprire cosa sia potuto accadere al collega.

(Nella foto: Muhib an-Nawati. Ma'an News Agency)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.