Gli Usa hanno presentato un programma dettagliato all'Anp e a Israele per la ripresa dei negoziati di pace.

Un programma dettagliato e con scadenze precise per la ripresa del processo di pace. E’ quanto ha presentato Washington sia a Israele sia all’Autorità nazionale palestinese.

La Segretario di Stato Condoleezza Rice arriverà nella regione il 15 maggio per discuterne con le due parti.

 

Il documento Usa prevede la rimozione dei posti di blocco, la predisposizione di una navetta che colleghi la West Bank e la Striscia, e l’addestramento di forze leali al presidente Mahmoud Abbas che garantiscano la fine dei bombardamenti con razzi artigianali delle postazioni e delle città israeliane al confine con la Striscia di Gaza e del traffico di armi dall’Egitto.

Israele dovrebbe approvare la richiesta di rifornimento di armi e munizioni alle forze di Abbas.

Il capo dei negoziatori palestinesi, Sa’ib Erekat, ha confermato che “i palestinesi hanno accolto il documento con favore e lo stanno studiando attentamente”, e che “l’Anp ne accetta i principi”, così ha riportato il quotidiano Ha’aretz.

Sempre secondo quanto riportato da Ha’aretz, il documento è stato redatto dal coordinatore della sicurezza Usa, il gen. Keith Dayton, dall’ambasciatore Usa in Israele, Dick Jones, e dal Consulente generale americano a Gerusalemme, Jacob Walles, e la Rice lo ha approvato.

Il piano, se accolto dall’Anp e da Israele, è vincolante, e prevede scadenze precise.

Israele e Anp dovranno organizzare, entro il 1° di luglio di quest’anno, una navetta attiva 5 giorni alla settimana sia per passeggeri sia per merci, che colleghi il checkpoint di Erez, all’entrata della Striscia di Gaza, e il posto di blocco di Tarqumiya all’entrata di Hebron per passeggeri da Gaza e dalla West Bank.
Israele deve rimuovere posti di blocco e altri ostacoli al transito dei palestinesi nella West Bank – nell’area di Nablus (Beit Iba, Huwwara, Awarta, Shavei Shmoron and Beit Furiq), entro il 15 giugno.

Muhammad Dahlan, consigliere della presidenza per la sicurezza, sarà coinvolto nel piano per fermare il lancio di missili contro le postazioni e le città israeliane.  

E’ previsto anche un quartier generale di coordinamento israeliano e palestinese.

Per leggere il documento nella versione integrale: http://www.haaretz.com/hasen/spages/855601.html

Il piano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.