Hamas invita a non farsi trascinare dai massmedia e a smettere di minacciare il governo.

Dal nostro corrispondente.

Sami Abu Zahri, delegato del movimento Hamas, ha affermato ieri di essere sorpreso dalla guerra dei massmedia contro il movimento. Durante una conferenza stampa ha infatti dichiarato: "Siamo sorpresi della guerra pubblicitaria faziosa contro il movimento Hamas, con uno spiegamento gigantesco di mezzi e simboli dell’ex governo – giornali, aziende pubblicitarie e libri -. Al momento non capiamo quale sia il motivo di tutto ciò, soprattutto di fronte al terribile embargo che colpisce il nostro popolo".

Abu Zahri ha invitato a non lasciarsi trascinare da una propaganda che può deviare il popolo dalla sua lotta e dal bisogno di solidarietà.

E ha aggiunto: "Far passare la crisi come interna e accusare la politica del movimento come causa di embargo significa rovesciare la verità. Questo atteggiamento non è d’aiuto al nostro popolo, soprattutto durante il boicottaggio internazionale e l’escalation delle violenze israeliane". E, rivolgendosi a coloro che annunciano di far cadere il governo, ha affermato: "Noi domandiamo a chi usa la politica per colpire Hamas, di sostenere invece il nostro popolo e il governo affinché si possa affrontare l’embargo, e di smettere di minacciare di far cadere l’esecutivo o di indire un referendum".

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.