Il capo della delegazione della sicurezza egiziana chiede alle fazioni palestinesi di porre fine ai lanci missilistici e a Israele di rispettare la tregua e di fermare le violenze.

Il capo della delegazione egiziana nella Striscia di Gaza, il generale Jamal Hammad, ha sollecitato tutte le fazioni palestinesi a cessare il lancio di missili artigianali contro le postazioni e le città israeliane.

In un comunicato stampa, Hammad ha chiesto a tutte le fazioni, specialmente a Hamas, Jihad Islamico, Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina, Fronte Democratico e Comitati di Resistenza popolare di ripristinare la "tregua" con Israele per non fornirle il pretesto di una nuova invasione della Striscia di Gaza.

Hammad ha sottolineato il proprio disappunto per la ripresa delle attività missilistiche dei gruppi armati palestinesi – che incontrerà oggi durante una riunione a Gaza.

Il generale ha tuttavia anche condannato le continue e ripetute violazioni israeliane della tregua stessa, a cui i palestiensi si erano impegnati due mesi fa. Israele le ha violate con arresti, incursioni, uccisioni mirate – 9 palestinesi assassinati in pochi giorni.

Hammad ha spiegato che tutte le incursioni israeliane contro la Striscia porteranno a conseguenza disastrose. E ha ammonito le fazioni palestinesi a non scontrarsi con Israele, che è molto più forte di loro.

E ha aggiunto che l’Egitto ha chiesto al governo israeliano a non attaccare la Striscia, perché ciò causerebbe molte vittime innocenti e spazzerebbe via ogni possibilità di ripristinare una tregua. Ha poi invitato Israele a mantenere fede agli accordi e a porre fine alle violazioni sia nella West Bank sia nella Striscia di Gaza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.