Il ministro degli Affari dei Prigioni sfugge a un attentato.

Questa notte, nei pressi di Ramallah, un gruppo di uomini armati e non identificati ha sparato contro l’auto del ministro per gli Affari dei Prigionieri, Wasfi Kabaha. Il ministro non era a bordo, perché era stato appena ricondotto a casa. Non ci sono stati feriti.

In un comunicato stampa, il ministro ha dichiarato: "Tale situazione di caos favorisce soltanto la politica dell’occupazione israeliana" e ha come obiettivo "la destabilizzazione della sicurezza palestinese e la guerra civile".

Kabaha ha chiesto agli apparati di sicurezza dell’Anp di svolgere il proprio ruolo e ha sottolineato che la soluzione contro l’illegalità è la formazione di un governo di unità nazionale che "possa combattere contro tutti i fenomeni alieni al popolo palestinese".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.