Il presidente turco Gül non incontrerà il suo omologo israeliano Peres

New York – Agenzie. Il presidente turco Abdullah Gül ha annunciato ieri che non incontrerà il suo omologo israeliano Shimon Peres a New York a causa dei troppi impegni: è quanto hanno riportato i media turchi.

Domenica, alcune fonti avevano suggerito che i due presidenti si sarebbero incontrati nell'ambito di una riunione dell'Assemblea generale dell'Onu, in programma nella stessa città. Sarebbe stato il primo incontro ufficiale tra Gül e Peres dopo l'assalto israeliano alla Freedom Flotilla, che ha visto l'uccisione di nove attivisti turchi.

A questo proposito, parlando ai reporter immediatamente prima di partecipare alla seduta dell'Onu, Gül aveva dichiarato, secondo le parole riportate dall'agenzia stampa ufficiale turca Anatolia: “Non perdoneremo a Israele di aver ucciso quei membri della Flotilla umanitaria, neanche se ci presenterà le sue scuse”.

Evidenziando l'importanza del processo di pace, Gül ha poi affermato: “Il Medio Oriente non rappresenta una questione limitata al conflitto israelo-palestinese. Si tratta anzi di una fonte di problemi per molte altre parti del mondo. È la più grande minaccia per il pianeta”.

Le relazioni tra Israele e Turchia sono tese fin dall'episodio della Flotilla, quando la Turchia ha richiamato il suo ambasciatore e si è ritirata da una serie di addestramenti militari congiunti con l'esercito israeliano. Ankara ha inoltre chiesto a Tel Aviv di presentare le sue scuse ufficiali e di acconsentire a un'indagine indipendente sull'assalto, accettata poi controvoglia da Israele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.