Incontro tra Abbas e Mitchell. Obama e Netanyahu: necessario il dialogo diretto

 

Ramallah – Agenzie. Il presidente Mahmud Abbas e l’inviato Usa per il Medio Oriente George Mitchell hanno discusso ieri alcune questioni di status finale durante un incontro a Ramallah; lo riportano alcune agenzie stampa.

 

Nell’agenda erano delineati i punti relativi al futuro stato palestinese: l’incontro, come ha riferito ai reporter il capo negoziatore dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina (Olp) Saeb Erekat, rientrava infatti nel giro di trattative indirette che si sta svolgendo in questi giorni sotto la mediazione degli Stati Uniti, tramite il loro inviato Mitchell. (Reuters).


“Ci stiamo concentrando su alcune questioni di status finale, quali i confini e la sicurezza – ha dichiarato Erekat alla fine del colloquio tra Abbas e Mitchell – Nei prossimi quattro mesi, ci auguriamo di poter raggiungere un accordo sulla soluzione a due stati in base ai confini del 1967.” Il negoziatore ha quindi ribadito la richiesta dell’Autorità nazionale palestinese (Anp) per una ritirata totale delle forze israeliane dai territori occupati durante la Guerra dei sei giorni.


Per oggi è invece previsto l’incontro tra Mitchell e il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu. L’inviato Usa ha già fatto visita al ministro della Difesa israeliano Ehud Barak a Tel Aviv, come ha riportato l’ufficio dello stesso ministro.


L’amministrazione Obama ha invitato in precedenza entrambe le parti a non intraprendere azioni che possano minare la riuscita dei negoziati, e ha esortato a passare immediatamente ai colloqui diretti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.