Irruzione delle truppe di occupazione israeliane: cittadini costretti a stare fuori di casa e contadini allontanati dai propri campi.

Un grande spiegamento di truppe israeliane ha assaltato questa mattina la città di Jenin, facendo ampio uso di armi da fuoco e irrompendo in numerose abitazioni palestinesi.

A seguito dell’attacco sono stati arrestati 4 giovani.

Fonti locali e testimoni oculari hanno raccontato che le truppe, appoggiate da oltre 20 veicoli militari, hanno assaltato la città, obbligando numerose famiglie a rimanere fuori casa per ore, e che i militari hanno installato barriere e checkpoint alle vie di accesso della città.

Nella città di Tobas, le truppe israeliane hanno impedito ai contadini palestinesi di recarsi nelle proprie fattorie e di raccogliere le messi, pretendendo che chiedessero i "permessi alle organizzazioni come la Croce Rossa in modo da essere autorizzati a entrare nelle terre".

I cittadini di Tobas sono frequentemente vessati dalle truppe israeliane che li attaccano e impediscono loro l’ingresso nelle fattorie e nei terreni agricoli, confiscano le loro carte di identità col pretesto che si tratti di "aree militari chiuse".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.